lunedì 21 maggio 2018

MOBILITA' E TRAFFICO IN ITALIA: TOP SUMMIT EY DI CEO E ISTITUZIONI


Milano - EY organizza per il 22 maggio 2018 a Milano (Spazio Gadames 57) l'evento “La Mobilità del Possibile – proposte per l’Italia”, dedicato ai temi della mobilità elettrica, condivisa, intermodale e autonoma; allo sviluppo di nuove modalità di distribuzione delle merci; alla sostenibilità e mobility social impact, nonché come finanziare la rivoluzione in questo settore e le nuove progettualità.

Durante l’incontro, CEO di player privati e pubblici che fanno parte dell’EY Mobility Think Tank si confronteranno con CEO delle aziende Auto, Trasporto e Mobilità e i rappresentanti delle istituzioni con l'obiettivo comune di accelerare la creazione di un ecosistema integrato della mobilità. 

Tra i relatori che interverranno: Gabriele Benedetto, CEO Telepass; Luca Bianchi, Presidente ATM; Aldo Bisio, AD Vodafone Italia; Antonio Bosio, Product & Solutions Director Samsung Electronics Italia; Luciano Carbone, CCO SEA; Livia Cevolini, CEO Energica; Ilaria De Dominicis, Vice Presidente Strategic Planning e M&A Ferrovie dello Stato Italiane; Lorena Dellagiovanna, Country Manager Italy Hitachi; Ludovica Carla Ferrari, Assessora Attività Produttive, Turismo e Smart City Comune di Modena; Marco Granelli, Assessore a Mobilità e Ambiente Comune di Milano; Carlo Iacovini, Direttore Marketing Local Motors; Pietro Innocenti, Managing Director Porsche Italia; Federico Izzo, Direttore Marketing BMW Italia; Giacomo Lovati, CEO Linear-gruppo Unipol; Gianni Martino, Amministratore Delegato Car2Go; Daniele Maver, Presidente Jaguar Land-Rover Italia; Alberto Piglia, Head of e-Mobility Enel X; Antonio Samaritani, Direttore Generale AgiD; Domenico Siniscalco, Italy Country Head Morgan Stanley; Ivan Vellucci, Direttore ND Mercedes.

Vengono infine presentati dati sull’impatto che i trend del settore stanno avendo su bisogni e aspettative dei consumatori italiani in termini di mobilità.

Per info: www.ey.com (Omniapress-21.05.2018) 



venerdì 18 maggio 2018

AL 16° CONGRESSO SOI (OFTALMOLOGI): INNOVAZIONE E PROBLEMATICHE DELL'OCULISTICA ITALIANA


Milano - E' in corso dal 17 al 19 maggio 2018 presso MiCo (Milano Congressi), il 16° Congresso Internazionale della SOI - Società Oftalmologica Italiana. 
Ricco il programma scientifico: dai Master di Aggiornamento con Certificazione SOI, ai Corsi Istituzionali e Corsi di Istruzione, fino alla Chirurgia in diretta, Simposi delle Società Monotematiche, Sessioni di Poster e di Comunicazioni Orali. 
"Il congresso internazionale della SOI è un appuntamento per fare il punto sull'oculistica, comparto  importante e nello stesso tempo gravato da problematiche che devono essere affrontate nel migliore dei modi per riuscire a conseguire quegli obiettivi che da sempre abbiamo di fronte", ha sottolineato in apertura Matteo Piovella, Presidente SOI.  "Mi riferisco ad esempio all’accesso alle nuove tecnologie, non disponibili nelle strutture pubbliche: su 600.000 cataratte che facciamo ogni anno, quelle con cristallini di nuova generazione multifocali sono solo 6000, cioè l’1 per cento, e nessuna nel pubblico. E che dire del DRG per questo intervento: il Sistema sanitario nazionale rimborsa circa 800 euro, contro i 3000 che vengono rimborsati in Germania e finché permane questa situazione la possibilità di operarsi con le nuove metodiche sarà sempre preclusa ai pazienti che si rivolgono agli ospedali pubblici".
"Il congresso presenta delle novità: i master di certificazione che stanno diventando appuntamenti fissi molto seguiti, focalizzati su alcune delle problematiche di tutti i giorni, ha aggiunto Piovella. La chirurgia della cataratta – lo ricordo – copre l’83 per cento della nostra attività, e ora si sta dividendo in due settori: la chirurgia della cataratta ad alti numeri e a basso costo e la chirurgia refrattiva della cataratta; quest’ultima diventerà presto il benchmark per questo tipo di interventi: giovedì dalle ore 13, per 90 minuti, si svolgerà il simposio dedicato proprio alla metodologia di adozione delle nuove tecnologie in questo campo".
Fondamentale quindi il confronto con specialisti provenienti da tutto il mondo.
"Quest’anno avremo l’opportunità d’incontrare ospiti internazionali come Steve Schallhorn, durante la Benedetto Strampelli  SOI Medal Lecture 2018, e Ioannis Pallikaris, nel corso della SOI Honorary Award in Ophthalmology 2018. E questo mi offre l’occasione per ricordare che l’oculistica italiana negli anni duemila è stata all’avanguardia, un punto di riferimento nel mondo ed è stata protagonista delle più importanti innovazioni"- ha spiegato il Presidente SOI.
Il congresso SOI  è sicuramente un momento in cui confrontarsi, scambiarsi esperienze, condividere l’operato e dove gli oftalmologi sono chiamati a decidere insieme le linee guida, i progetti su cui vogliono investire e le scelte professionali che vogliono effettuare. Quest’anno abbia cercato di offrire un programma scientifico all’altezza  delle aspettative perché gli oculisti debbono riunirsi ed essere significativi in quella che è la sfida in cui noi dobbiamo essere protagonisti del nostro futuro sia sulle indicazioni scientifiche che sull’operato clinico. Tra le innovazioni la piattaforma interattiva Soi channel. La piattaforma che viaggia su Telegram (canale simile a Whatsapp ma con più funzionalità come quella di poter aprire più “stanze” da dedicare a diversi argomenti). 
SOIcyberHospital è la homepage attraverso la quale potrete entrare in qualunque “stanza” di vostro interesse.  Ricordo infine i collegamenti in streaming per tutti coloro che non potranno essere presenti, visibili sulla home page del sito SOI", ha concluso Piovella.

Per info: www.soiweb.com (Omniapress-17.05.2018) 

lunedì 14 maggio 2018

NEO-WELFARE: 5° RAPPORTO ASSIMOCO. I COSTI PER ALLEVARE I FIGLI


Milano -  La quinta edizione del Rapporto del Gruppo  assicurativo AssimocoUn Neo-Welfare per la Famiglia Cooperare per il rafforzamento dell’infanzia e dei servizi per la famiglia”, è stata presentata recentemente a Milano. 
Nel documento si rileva che il 70,1% delle coppie che hanno bambini in età prescolare si appoggia ai nonni per la gestione quotidiana dei figli e il 36,5 % delle famiglie riceve aiuti in denaro da genitori o suoceri: negli ultimi 12 mesi sono stati ricevuti quasi 11 miliardi di euro. Gli aiuti forniti specificamente dai nonni ai nipoti di 0-5 anni ammontano a  2,7 miliardi di euro. 
Dall’indagine, commissionata dalla Compagnia Assicurativa a Ermeneia, Studi e Strategie di Sistema, è emerso anche che solamente il 12,6% dei bambini di 0-3 anni frequenta l’asilo nido, e che solamente il 55,7% dei Comuni offre i servizi per la prima infanzia, mentre l’incidenza della relativa spesa pubblica sul Prodotto interno lordo per l’intera fascia 0-5 anni è pari allo 0,5%: contro lo 0,8% dei Paesi Eu 22 (in Germania è pari allo  0,9%, in Francia e Spagna è pari allo  0,8%). 
Inoltre, il costo diretto di allevare e mantenere un figlio fino alla maggiore età è stimato attorno a 180mila euro, con valori simili tra i Paesi europei, ma il costo è maggiore in Italia se si considera la più prolungata permanenza dei giovani dai genitori (in media 5 anni in più rispetto alla media europea). Ai costi diretti va poi aggiunto il costo indiretto, che si riflette principalmente nell’impatto sulla partecipazione femminile al mercato del lavoro: anche qui l’Italia si distingue, con il resto del sud Europa, per i bassi livelli di occupazione materna. Le misure per ridurre i costi diretti e indiretti della gestione dei figli sono costituite principalmente da congedi di maternità e parentali, servizi per l’infanzia e politiche di sostegno al reddito. 
Interessante il dato che riguarda livelli di fecondità media degli Stati europei e le metropoli. Come ha spiegato Alessandro Rosina, professore ordinario di Demografia presso la Facoltà di Economia dell'Università Cattolica di Milano, che ha curato il capitolo Politiche e servizi per la famiglia e per l’infanzia in Europa: “La Francia è l’esempio di un Paese che ha mantenuto nel tempo elevati livelli di fecondità, mentre la Germania si distingue per una forte ripresa delle nascite negli ultimi anni. E’ però interessante notare che Parigi e Berlino presentano un numero medio di figli più basso rispetto ai rispettivi paesi, mentre Madrid e Milano si mantengono al di sopra della propria media nazionale. Tra le grandi città considerate, Roma risulta quella con dinamiche recenti più negative, con un percorso opposto a quello positivo di Berlino.  A incidere, oltre alle politiche nazionali, le iniziative messe in atto dai singoli comuni. Misure importanti attuate a livello locale sono quelle rivolte, in sinergia tra pubblico e privato, a migliorare la conciliazione fra tempi di lavoro e tempi per la famiglia, ancor più importante nelle grandi città, dove la percentuale di donne che lavorano tende a essere maggiore che altrove”. 
Non è quindi un caso che il ruolo dei nonni e dei parenti, definito con il termine di alloparentalità, sia sempre più fondamentale, sia in termini di aiuti economici come abbiamo visto, sia in termini di aiuto nelle attività quotidiane.

“Se si sceglie il tema dell’accompagnamento all’asilo nido e alla scuola materna come pure ad altre attività educativo-formative;  nuoto, attività sportive, lettura, scrittura, musica, espressione artistica, danza, yoga, solo per citare qualche esempio, risulta immediatamente evidente che il ruolo del nonno si colloca sempre al terzo posto dopo quello della madre, al primo posto, seguito da quello del padre, secondo  posto”, ha sottolineato Nadio Delai, presidente di Ermeneia, Studi e Strategie di Sistema.
Tra le prime 6 preoccupazioni evidenziate dai genitori per i bambini in età da asilo nido sono collocate ai primi due posti quelle relative alla salute e a una sana ed equilibrata alimentazione, ma vengono posizionate immediatamente a ridosso, per i bambini in età da scuola materna, in seconda e terza posizione, le preoccupazioni legate a una buona socializzazione e allo sviluppo dell’apprendimento, a cui si aggiunge in quinta posizione quella relativa all’acquisizione di un rapporto equilibrato con gli altri bambini: dunque l’empowerment dei figli assume le caratteristiche di un “pacchetto di testa” che intreccia quasi alla pari salute, alimentazione e apprendimento e socializzazione”, ha aggiunto Delai.
“Del resto la fascia di età compresa tra 0 e 5 anni è un intervallo di tempo fondamentale per lo sviluppo cognitivo della prole e per lo sviluppo delle capacità relazionali che si proiettano sulle fasi successive della vita. Parlare di Neo-Welfare, quindi, non può prescindere dall’osservazione, dall’analisi e dallo studio di ciò che accade in questa fase e delle azioni e strategie che genitori, parenti, Istituzioni, imprese e Stato possono mettere in atto per garantire le migliori condizioni e le migliori opportunità di crescita e sviluppo dei bambini”, ha spiegato Ruggero Frecchiami, Direttore Generale del Gruppo Assimoco, annunciando che la Compagnia, mettendo a frutto dati, analisi e studio dei bisogni delle famiglie, ha realizzato, prima in Italia, delle soluzioni innovative proprio per garantire ai figli una maggiore tutela tenuto conto delle fragilità economica e sociale della famiglia di oggi.
La prima soluzione, che sarà lanciata il 31 maggio, è un piano di accumulo del capitale, messo a punto con un team di lavoro formato da esperti della nostra Compagnia e da insigni giuristi, tra i quali avvocati esperti di diritto di famiglia e notai. SogniSicuri, questo il nome della soluzione, parte dal presupposto che la riforma della filiazione ha introdotto il concetto di responsabilità genitoriale, innalzando gli obblighi di mantenimento verso i figli ben oltre i diciotto anni sino alla autonomia patrimoniale. “Parlando della genesi del nostro piano di accumulo capitale, va detto che la famiglia e il suo ciclo di vita ci pongono di fronte alla responsabilità di fornire risposte concrete alle diverse esigenze che, nella vita stessa della famiglia, si possono manifestare. Le polizze assicurative possono essere un valido strumento per la soluzione alle problematiche familiari e al “welfare privato”. Gli obiettivi prioritari per le famiglie con figli riguardano il mantenimento della prole e la necessità di garantire loro gli studi e un aiuto per l’entrata nel mondo del lavoro o l’avvio di un’attività professionale”, ha aggiunto Frecchiami. 
“Naturalmente per fare ciò è necessario mettere da parte del denaro ma, come è emerso in maniera prepotente soprattutto negli ultimi decenni, è necessario tutelare questi accantonamenti da qualsiasi imprevisto sia esso esterno alla famiglia sia interno come, per esempio, in caso di eventuali crisi familiari e fornire al genitore collocatario uno strumento che aiuti e supporti al dovere di mantenimento”, ha proseguito il Direttore Generale del Gruppo Assimoco.
La seconda soluzione a cui abbiamo pensato, invece, supporta la famiglia italiana nel difficile compito di conciliare attività lavorativa e gestione della famiglia, fornendo assistenza nei momenti di emergenza e consulenza su argomenti di specifico interesse” ha concluso Frecchiami.  Mamma Mia, che sarà lanciato il 31 maggio, come SogniSicuri, è destinato alla famiglia con figli minori. Le preoccupazioni principali di questi nuclei familiari, a volte monogenitoriali, sono quelle relative alla conciliazione vita-lavoro.” 

Il Gruppo Assimoco, la cui prima compagnia è stata fondata nel 1978, è costituito da un patrimonio di storia e valori in costante movimento, quelli del Movimento Cooperativo Italiano. L’offerta di Assimoco è in grado di soddisfare i fabbisogni assicurativi delle persone e delle imprese attraverso una gamma caratterizzata da un’ampia copertura di rischi. Ivass con lettera del 29 febbraio 2016 ha comunicato l’iscrizione del Gruppo Assimoco, con Finassimoco capogruppo, all’Albo dei Gruppi assicurativi assegnandogli il numero d’ordine 051.
Gli azionisti del Gruppo Assimoco sono: Gruppo R+V (secondo gruppo assicurativo in Germania e compagnia di bandiera del Mondo Cooperativo tedesco), Federazione e Casse Rurali Raiffeisen, Fondosviluppo, nonché altre Federazioni Regionali, Banche ed Agenzie appartenenti al movimento cooperativo.

Per info: www.assimoco.it (Omniapress-14.05.2018)





martedì 8 maggio 2018

NEUROSCIENZE: CONGRESSO SOCIETA' ITALIANA NEUROETICA E FUORISALONE DELLA MENTE




Milano - Dal 14 al 18 maggio 2018 si tiene presso l'Università Vita-Salute San Raffaele (DIBIT 1, Via Olgettina 58, Milano) il Congresso della Società Italiana per la Neuroetica (SINe)

Ma noi siamo più mente o più cervello? La libertà è un'illusione? La coscienza si può misurare? Nei prossimi giorni a Milano sarà quindi possibile farsi queste domande e avere delle risposte dai più autorevoli neuroscienziati, psicologi e filosofi. Ci sarà anche un "FuoriSalone della Mente": a margine del congresso internazionale, è stato organizzato  un convegno divulgativo, in collaborazione con l'Irccs Fatebenefratelli di Brescia e aperto a tutti, che si terrà il 15 maggio alle 15 presso l’auditorium dell’istituto Salesiani di via Gioia 60 (MM Sondrio). 

Il programma del Congresso SINe prevede: 

10th International Scientific Conference on Neuroethics and 5th Conference of the Italian Society for Neuroethics (SINe)
NEUROETHICS: RE-MAPPING THE FIELDMeetings on Neuroscience and Society, X Edition
May 16th – 18th, 2018 Vita-Salute San Raffaele University, MilanDIBIT 1, Via Olgettina 58
Scientific and Organizing Committee
Michele Di Francesco, IUSS, Pavia (SINe President)
Massimo Reichlin, Vita-Salute San Raffaele University
Andrea Lavazza, Centro Universitario Internazionale, Arezzo Michela Balconi, Catholic University of the Sacred Heart, Milan Giulia Piredda, IUSS, Pavia
Corrado Sinigaglia, University of Milan
Sarah Songhorian, Vita-Salute San Raffaele University

Wednesday – May 16th10:00 Registration
10:30 Opening Remarks
11:00 – 13:00 Plenary session NeurolawHank Greely (Stanford University) - 15 Years of Law and Neuroscience: An American View
Giuseppe Sartori (University of Padua) - Neuroscience in Court: Scientific Assessment of Free Will and Related Issues
Chair: 
Pietro Pietrini (Lucca)

13:00 – 14:15 Lunch
14:15 – 15:45 Parallel sessions – Contributed papersRoom 1
Margot Zanetti (Rome), 
Le neuroscienze nella fase di esecuzione della pena: introduzione auspicabile?Cristina Scarpazza (Padua), Stefano Ferracuti (Rome), Alessio Miolla (Padua) and Giuseppe Sartori (Padua), Il fascino delle neuroimmagini nella valutazione dell'imputabilità: linee guida per evitare la malinterpretazione dei risultati
Maria Felice Pacitto (Cassino), Neuroetica e Mindfulness: la Mindfulness apre nuove prospettive di ricerca nell'ambito dei comportamenti prosociali e della moralità
Chair: Alberto Carrara (Roma)
Room 2
Anna Sierawska (Kiel), 
Unmet Needs in Children with ADHD - Can Transcranial Direct Current Stimulation (tDCS) Fill the Gap?
Frederic Gilbert (Washington), Artificial Intelligence & Brain Implants: What Could Phenomenologically Go Wrong?Koji Tachibana (Kumamoto), A Neuroethical Concern about the Clinical Application of Recent Neurofeedback Techniques
1
Chair: Daniela Perani (Milan)
Room 3
Lisa Forsberg (Oxford), 
Neurointerventions - A Challenge for English Civil Law on Consent?Frej Klem Thomsen (Roskilde), The Trials and Travails of Cognitive Science Compatible, Retributive Desert- Generating Moral Responsibility
Cara Warmuth (Hannover), Neurodegeneration in the Elderly and the Loss of Rights Chair: Federico Gustavo Pizzetti (Milan)
Patrick Haggard (University College London) - Volition, Agency and Values: Can Cognitive Neuroscience Tell Us Anything Relevant for Ethics?
Chair: 
Roberto Mordacci (Milan)
15:45 – 16:15 Coffee Break
16:15 – 18:15 Plenary session – Free Will, Consciousness, and Philosophy of Cognitive Science Valeria Gazzola (Netherlands Institute of Neuroscience) - tba
Thursday – May 17th
9:30 – 11:30 Plenary session – Cognitive EnhancementLorenza S. Colzato (Leiden University) - “Responsible” Cognitive Enhancement: Neuroethical ConsiderationsThomas Douglas (University of Oxford) - What’s Wrong with Mandatory Neuroenhancement?Chair: Andrea Lavazza (Arezzo)
11:30 -12:00 Coffee Break
12:00 13:00 Parallel sessions – Contributed papers Room 1
Alfredo Tomasetta (Pavia), Are there Unconscious Minds?Alberto Barbieri (Pavia), What Is It Like to Be a Mental State? Some Considerations on The Creature/State Consciousness Distinction
Chair: Elisabetta Sacchi (Milan)
Chair: Giulia Piredda (Pavia)
Chair: Matteo Cerri (Bologna)
Room 2
Marco Viola (Pavia) and Gabriele Ferretti (Firenze), 
Philosophy and Neuroscience: A RoundtripEugenia Kulakova (London), Sofia Bonicalzi (Munich) and Patrick Haggard (London), Two Modes of Third-Party Judgment: Neural Correlates of Evaluating Responsibility and Intention in Action and Omission Scenarios
Room 3
Alejandro Rosas (Bogotá), Hot Utilitarianism and Cold Deontology: Response Patterns to a Set of MoralDilemmas Containing Sacrificial and “Real-World” Utilitarian ItemsCinzia Di Dio (Milan), Federico Manzi (Milan – Neuchâtel), Shoji Itakura (Kyoto), Takayuki Kanda (Kyoto), Hiroshi Ishiguro (Kyoto – Osaka), Davide Massaro (Milan) and Antonella Marchetti (Milan),Being Fair to a Robot: “Shall I Treat Tt Like Him?”, a Five Years Old Wonders
13:00 – 14:15 Lunch
14:15 – 15:45 Parallel sessions – Contributed papersRoom 1
Symposium - New Paradigms and Multimethodology for Social Inter-Actions in Normal and Clinical Domain
Michela Balconi (Milan), Giulia Fronda (Milan), Daniela De Filippis (Milan) and Davide Crivelli (Milan), New Paradigms for Analysis of Emotional Behavior. Co-Registration of Hemodynamic (fNIRS), EEG and Autonomic Emotional CorrelatesLaura Angioletti (Milan), Chiara Siri (Milan), Nicoletta Meucci (Milan) and Michela Balconi (Milan),Personality Traits and Cortical Activity Explored by Optical Imaging Affect Gambling Behavior in Parkinson’sDiseaseDaniela De Filippis (Milan), Maurizio Bossola (Milan), Laura Angioletti (Milan) and Michela Balconi (Milan), Fatigue and Reward System in Hemodialysis Patients: Integrating New Methods and Perspectives to Assess Chronic Patients
Davide Crivelli (Milan), Giulia Fronda (Milan), Irene Venturella (Milan) and Michela Balconi (Milan),Perspectives in Neuro-Enhancement: Supporting Mindfulness Mental Training with Wearable DevicesIrene Venturella (Milan), Davide Crivelli (Milan), Giulia Fronda (Milan) and Michela Balconi (Milan),Neurocognitive Enhancement: Mindfulness Practices Applied to Management
Chair: Michela Balconi (Milan)
Room 2
Mirko Garasic (Rome 
– Lucca), In War as in Work, Sky is the Limit...but What are we Enhancing with our Performance Exactly?Thomas Soebirk Petersen (Roskilde), Should the State Prohibit Healthy People’s Use of Medical CognitiveEnhancers? A Critical Discussion of the Argument from Coercion and the Argument from IndividualizationGardar Arnason (Tübingen), Cognitive Enhancement in Primate Models in the Neurosciences
Chair: Vittorio A. Sironi (Milano)
Chair: Sarah Songhorian (Milan)
Chair: Michele Di Francesco (Pavia)
Room 3
Nada Gligorov (New York), 
One-Track EnhancementMarcello Ienca (Zurich), Using Big-Data and Artificial Intelligence in Brain and Mental Health: Promises and Challenges
Cecily Whiteley (London), Free Will, Neuroscience and Mechanistic Explanation: Reassessing the Threat from Unconscious Initiation of Action
15:45 – 16:15 Coffee Break
16:15 – 17:45 Lectio Magistralis
Direct Brain Stimulation and Agency
Adina Roskies (Dartmouth College)awarded with the SINe Medal by Mario De Caro (University of Roma Tre – Tufts University)
18:00 SINe Meeting 20:30 Social Dinner
Friday – May 18th9:00 – 11:00 Plenary session – Clinical Applications of Technological Innovations
Ralf J. Jox (University of Munich) - Advances in Brain-Computer Interface Technology and Insights from an Ethical Assessment StudyAlberto Priori (University of Milan) – Adaptive Deep Brain Stimulation
Chair: 
Gianvito Martino (Milan)
3
11:00 – 11:30 Coffee Break
11:30 – 13:00 Parallel sessions – Contributed papersRoom 1
Sara Palumbo (Pisa), Veronica Mariotti (Pisa), Giuseppina Rota (Pisa), Laura Lucchi (Lucca) and Silvia Pellegrini (Pisa), 
Genetic Profiles of the OXTR Gene Modulate Moral Acceptability in Insurance BrokersLuca Casartelli (Milan), High Stages of The Motor Hierarchy: Distinct (Motor) Computations and Their Putative Role in AutismMaria Arioli (Pavia) and Nicola Canessa (Pavia), Understanding Social Interactions: A Neuroimaging Coordinate-Based Meta-Analysis
Chair: Anna Ogliari (Milan)
Chair: Carlo Martini (Milan)
Chair: Marcello Massimini (Milan)
Room 2
Daniel Pallarés Domínguez (Castellón), 
Neuroethics: Which Neurorationality?Gustavo Cevolani (Lucca) and Luca Cecchetti (Lucca), Abduction, Reverse Inference, and the Neuroscience of Moral ReasoningRoberto Fumagalli (London – Philadelphia), (F)utility Exposed
Room 3
Mara Rocca (Milan), Ermelinda De Meo (Milan) and Massimo Filippi (Milan), 
Neuroimaging Correlates of Empathy behind Different Dietary HabitsErmelinda De Meo (Milan), Mara Rocca (Milan), Gianna Riccitelli (Milan), Alessandro Meani (Milan) and Massimo Filippi (Milan), Influence of Dietary Habits and Empathy on Visual Processing of Pictures with Different Emotive-Affective Values
13:00 – 14:00 Lunch
14:00 – 16:00 Plenary session – Moral CognitionElisabetta Sirgiovanni (Sapienza University of Rome, Museum of the History of Medicine) - Self-Control, Emotions, and ResponsibilityLuca Surian (University of Trento) - Looking for the Origins of Inequality Aversion and Moral Judgment
Chair: 
Massimo Reichlin (Milan)

16:00 – 16:30 Coffee Break
16:30 – 18:00 Lectio Magistralis Human Morality: Features and BugsJoshua D. Greene (Harvard University)
awarded with the SINe Medal by Laura Boella (University of Milan)
Chair: Michele Di Francesco (Pavia)

Per ulteriori info: https://societadineuroetica.wordpress.com/ (Omniapress-08.05.2018)

lunedì 7 maggio 2018

SANITA': "MODELLO LOMBARDO 4.0". ASSISTENZA INTEGRATA AI CITTADINI E INFORMATIZZAZIONE


Milano - Giovedì 10 maggio 2018 si tiene presso Lombardia Informatica (ore 9:30-12:30 Via Taramelli 26, Milano) il convegno "Modello lombardo 4.0. Dal territorio agli ospedali", organizzato da Motore Sanità.

Nella presentazione dell'iniziativa si dice che: "la riforma lombarda della cronicità si appresta a passare alla seconda fase applicativa: la presa in carico del paziente cronico. Questa fase vede come protagonista il medico di medicina generale che, lavorando in rete con la medicina territoriale, le farmacie e i presidi ospedalieri governa il processo di cura in qualità di cooperativa associata, come gestore o come co-gestore, come singolo medico. Il processo di cura si articola nei Pai (piani assistenziali integrati) e nelle interazioni con gli altri enti gestori o erogatori per una presa in carico complessiva del paziente di tutti gli aspetti patologici. Il collante della filiera risiede nell’informatizzazione che si avvale oltre che del fascicolo sanitario lombardo, dei ‘centri servizi’ nati per supportare l’attività assistenziale degli enti gestori".

Nel corso del convegno saranno presenti i principali attori del sistema che spiegheranno come si stanno mettendo in rete per un obiettivo comune: una assistenza realmente integrata, tra territorio ed ospedale e che vede l’apporto sia degli ospedali pubblici che degli ospedali privati accreditati.

Il programma prevede: 

9,30 APERTURA LAVORI
10,00 MODERA: Fiorenzo Corti, Vice Segretario Nazionale FIMMG e Responsabile Area Comunicazione
IL RUOLO CENTRALE DEL MMG NELLA RIFORMA SANITARIA LOMBARDA, DALLA PRESCRIZIONE ALLA CONSULENZA TERAPEUTICA A GESTORE DELLA RETE DI PRESA IN CARICO
Davide Lauri, Presidente Cooperativa Medici Milano CentroLA FARMACIA: PRESIDIO ASSISTENZIALE DEL MALATO
CRONICO
Luigi Zocchi, Presidente Federfarma Varese
IL RUOLO DELL’EROGATORE PRIVATO NELLA PRESA 
IN CARICO
Dario Beretta, Presidente AIOP Lombardia
LA RIFORMA PASSA ANCHE ATTRAVERSO L’INNOVAZIONE

Giorgio Caielli, Presidente Lombardia InformaticaL’ARTICOLAZIONE DELLA MEDICINA DI INIZIATIVA: LEGGE 23
Stefano Carugo, Direttore Cardiologia - Unità Coronarica, ASST Santi Paolo e Carlo
IL RUOLO DELLE FARMACIE NELLA PIC
Giuseppe Fornasa, Presidente Federfarma Mantova, Segretario Comitato Rurale Lombardia
IL RAPPORTO MEDICO-PAZIENTE 4.0
Rosaria Iardino, Presidente Fondazione The Bridge 
11,30 TAVOLA ROTONDA
INTRODUCE E MODERA: Roberto Soj, Direttore Generale Lombardia Informatica
LA RIFORMA LOMBARDA DELLA CRONICITÀ: UN WORK IN PROGRESS
Carlo Borghetti, Vicepresidente Consiglio Regionale Regione Lombardia
Gabriella Levato, Segretario Generale Regionale FIMMG Lombardia
Annarosa Racca, Presidente Federfarma Lombardia Emanuele Monti, Consigliere Regionale Regione Lombardia Dario Violi, Consigliere Regionale Regione Lombardia
12,30 CONCLUSIONIGiulio Gallera, Assessore al Welfare Regione Lombardia

Per info: www.motoresanita.it (Omniapress-07.05.2018)



mercoledì 2 maggio 2018

"LA DIETA DEL MICROBIOMA": NUOVO LIBRO DI MICHAEL MOSLEY


Milano (a cura di Silvia Pietrarolo)  - Michael Mosley, divulgatore-nutrizionista della Bbc, ha recentemente presentato a Milano il suo ultimo libro: "La dieta del microbioma", edizioni Vallardi.

Nella presentazione del volume si dice che Mosley è grande esperto nel campo dell'alimentazione e della salute, medico, sposato dal 1987 con Clare che lo ha ispirato in tutti questi anni anche con le sue ricette e con 4 figli, ormai grandi. E' anche un giornalista scientifico tra i più noti in Gran Bretagna e in America dove, con i suoi libri, ha aiutato milioni di persone a "rinascere".

Come nei precedenti, anche in quest'ultimo libro Mosley ha scelto di trattare il leit motiv della nutrizione, ed il suo nome è legato alla dieta 5.2, conosciuta in Italia come dieta Fast. Il tema trattato dall'autore è quello su cui si sta concentrando una parte notevole della ricerca biologica e medica. Per scrivere il suo libro l'autore ha consultato alcuni dei  migliori esperti al mondo sull'argomento.

Mosley insiste, soprattutto, su due punti: "l'uso eccessivo di antibiotici e il cibo spazzatura hanno ucciso molti dei batteri 'buoni' che vivono dentro di noi, contribuendo all'enorme diffusione di allergie, intolleranze alimentari e obesità". Su quest'ultimo punto, poi, si stupisce che in Italia ci siano molti adulti magri e molti bambini, invece, in sovrappeso. Questo - ritiene - è preoccupante per il futuro ed è dovuto soprattutto al "junk food". Inoltre, una sua singolare teoria tra le più recenti, si basa sul fatto che sia l’alto tasso di parti cesarei a compromettere la colonizzazione dell’intestino del neonato da parte dei microbi con cui sarebbe venuto a contatto durante il passaggio nel canale vaginale nel parto naturale.
Il volume si addentra poi in consigli concreti per uno stile di vita adatto a mantenere in salute il proprio microbioma, incluse ricette e un’agenda alimentare per riavviare una flora intestinale compromessa. Una possibile soluzione - suggerisce Mosley -  sarebbe proprio il ritorno alle tradizioni mediterranee, scegliendo una dieta ricca di legumi, vegetali e cereali integrali fonti di fibre alleate della salute del microbiota, ma non solo. Il risultato è un testo di scorrevole lettura in grado di far comprendere anche ai non addetti ai lavori le complesse interazioni tra flora intestinale e salute.


lunedì 30 aprile 2018

"VALUE BASED HEALTHCARE": CONVEGNO SANITA24 IL SOLE 24 ORE - MEDTRONIC



Milano - Giovedì 3 maggio 2018, (dalle ore 9:00)  presso l’Auditorium del Sole 24 Ore (Via Monte Rosa, 91) si tiene il convegno “Value Based HealthCare. Una strategia per l’Italia”, incontro rivolto ai protagonisti del sistema sanitario italiano e promosso da Medtronic in collaborazione con Sanità 24 - Il Sole 24 Ore, voluto per sostenere la cosiddetta Value Based HealthCare (VBHC), strategia che intende definire nuovi modelli sanitari basati sul valore, con l’obiettivo di migliorare gli esiti di salute dei pazienti, pur contenendo le risorse.

La sfida del Sistema Sanitario Nazionale è infatti quella di rispondere ai bisogni assistenziali della popolazione, evitando di aumentare ulteriormente i costi ma garantendo sempre qualità e innovazione. Il progressivo invecchiamento e l’aumento dell’incidenza delle malattie croniche sono due tra i più importanti fattori socio-demografici che mettono in difficoltà il modello attuale dell’assistenza sanitaria, per lo più organizzata per far fronte a episodi acuti piuttosto che per una presa in carico del paziente a lungo termine.

Con la strategia Value Based HealthCare si stabiliscono programmi innovativi basati sulla centralità del paziente, in grado di valutare il percorso terapeutico nella sua complessità, dalla presa in carico alla gestione domiciliare, in un’ottica di integrazione, sostenibilità e beneficio. 

Di questo, della misurazione dei risultati e delle strutture di assistenza sanitaria e ospedaliere che ne sono casi di eccellenza si parlerà durante la mattinata di giovedì 3 maggio moderata da Sanità 24, il quotidiano digitale del Gruppo 24 ORE dedicato al mondo sanitario, a cui interverranno tra gli altri anche Andrea Urbani, Direttore generale Programmazione Sanitaria del Ministero della Salute e Giulio Gallera, Assessore al Welfare della Regione Lombardia.

Per informazioni e programma: http://www.sanita24.ilsole24ore.com (Omniapress-30.04.2018)