giovedì 14 dicembre 2017

"FONDO PER L'INNOVAZIONE SOCIALE" E SOCIAL IMPACT BOND: CASSE DI PREVIDENZA (ADEPP/ENPAP) SU ATTIVITA' PARLAMENTARE


Roma - AdePP (Associazione degli Enti Previdenziali Privati) ha annunciato il via libera al "Fondo per l'Innovazione Sociale" da parte della Commissione Bilancio della Camera mentre al Senato l'emendamento era stato ritirato.  L’AdEPP - si dice nella nota - sottopone all'attenzione del Parlamento e del Governo la necessità della strutturazione e realizzazione di “Social impact bond" ritenendoli strumenti di investimento di grande importanza per il Sistema.

A tal fine, l’Associazione, che rappresenta 19 Casse di previdenza private e privatizzate e 1milione e mezzo di professionisti, fa presente che il Senatore Roberto Cociancich, nell’ambito della discussione sulla “Legge di Bilancio 2018, ha presentato un emendamento (58.0.16) recante la proposta di istituire il “Fondo per l’innovazione sociale”. L’emendamento – ritirato al Senato - presenta dei profili di importanza per gli Enti previdenziali privati dei liberi professionisti poiché offrirebbe proprio la possibilità di prevedere ed implementare interventi – di durata pluriennale - di strutturazione e realizzazione di Social Impact Bond e di strumenti di finanziamento “pay by result”. 

Ritiene particolarmente importanti queste tematiche uno degli associati AdePP,  ossia l'ENPAP, Ente di Previdenza ed Assistenza per gli Psicologi, presieduto da Felice Damiano Torricelli. L'Ente  afferma che l'inserimento dell'emendamento in Legge di Stabilità 2018 consentirebbe di ricorrere, anche in Italia, agli investimenti ad impatto sociale per rilanciare la prevenzione sociale attraverso la Psicologia. 

L’AdEPP ha intrapreso da tempo una nuova strategia in materia di investimenti, approvando il proprio codice di autoregolamentazione ed allocando le proprie risorse diversificando gli ambiti di investimento (come ben riportato nel Rapporto Investimenti 2017), e poiché ritiene che le scelte d’investimento non possano più essere determinate esclusivamente da valutazioni di rischio e di rendimento (anche al fine di evitare investimenti speculativi), ma anche dall’impatto sociale che si concretizza in interventi finalizzati allo sviluppo del capitale umano, al mantenimento ed alla protezione del reddito, e dunque ad un’effettiva e reale protezione sociale. 
Avviare una discussione proattiva nei confronti delle tematiche sopra esposte significherebbe riconoscere il ruolo assistenziale delle Casse in maniera coerente alla loro “mission” ed in linea con una strategia di investimento che tenga conto delle peculiarità e delle criticità del mondo dei liberi professionisti. 
L’AdEPP, ritenendo indispensabile introdurre un modello di finanziamenti che si basi sul principio del “pay by result” in una partnership pubblico-privata mirata alla tutela del mercato del lavoro libero-professionale, vuole sensibilizzare circa l’importanza di ripresentare la proposta emendativa sopra richiamata e segnalare altresì l’emendamento 26.12 a firma Paris-Gribaudo e l'emendamento 26.25 a firma Argentin - Losacco - Preziosi che prevedono l’istituzione di un "Fondo per l’innovazione sociale", entrambi dichiarati ammissibili dalla Commissione Bilancio della Camera.

Per informazioni: www.adepp.info (Omniapress-13.12.2017)