sabato 8 settembre 2018

ARPA CELTICA A VILLA NEGRI (CASSINETTA DI LUGAGNANO)


Cassinetta di Lugagnano (Milano) - Uno spettacolo stellare,  quello del Maestro Fabius Constable. Nella splendida cornice di Villa Negri, a Cassinetta di Lugagnano, affacciata sul bucolico Naviglio Grande alle porte di Milano.
Sabato 15 settembre 2018 alle 21, in via Alzaia Naviglio Grande 3 a Cassinetta di Lugagnano, nell’antica dimora nobiliare Villa Negri la musica di Fabius Constable&TheCelticHarp Orchestra esploderà nel viaggio onirico e musicale ai confini del mondo tra le miriadi di corde della spettacolare schiera di arpe celtiche e al loro sintonico vibrar d’emozioni visive e sonore.
Gli spettatori vengono trascinati  verso mondi lontani , in una dimensione, voluta  dal genio musicale e creativo di Fabius Constable– arpista comasco di fama internazionale, compositore e polistrumentista, carismatico fondatore e direttore dell’Orchestra - dove l’esperienza musicale oltrepassa i confini delle note e degli strumenti sino a divenire un tuffo emotivo-multisensoriale in cui lo spettatore diviene protagonista del suo stesso sentire.
 Il concerto si libra in un lirico crescendo di emozioni, in una festa di strumenti e di voci. Non sarà  il grado di cultura musicale di chi assisterà a questo originalissimo show, né la sua età, a determinare l’indice di gradimento di ogni spettatore, ma la capacità di ognuno di  lasciarsi avvolgere da un’esperienza musicale di intenso ed esaltante sentire. 
Le arpe, indubbie protagoniste di questo show,  si illuminano ancor più grazie alla sublime potenza della voce soprano di Donatella Bortoneche intonerà classici genialmente rivisitati come la leggendaria “The Elphin Knight”, struggente storia d’amore tra una fanciulla umana e il Re degli Elfi o l’epica “Paolo e Francesca”, sempre sulle onde del cuore, musicalizzazione originale delle note terzine dantesche.
Fabius conduce  la platea attraverso un vero e proprio viaggio da un lato all’altro del mondo, in cui la terra perderà i suoi confini e si confonderà con il cielo, incantandola con l’assolo nella sua, forte e passionale “ Tango Atlantico”e la lirica, quasi flamenca“Noche en Granada”..
 Il mandolino di Francesco Romeo, il violoncello e i flauti che Constablea tratti suona alternandoli con incredibile semplicità alla sua amata arpa e il Koto di Mimi Machyia, completeranno la magia di questo imperdibile spettacolo che accenderà di nuove suggestioni la meravigliosa Villa Negri.
Costruita nel ‘500, Villa Negri fa parte delle famose dimore nobiliari edificate lungo il Naviglio Grande dai proprietari terrieri milanesi. I primi documenti della proprietà risalgono all’inizio de XVI secolo e nella prima metà del 1700 la casa viene completata prendendo la definitiva  forma a U che ora la contraddistingue e che ne fa un piccolo gioiello dell’architettura milanese. La villa è legata a nomi eccellenti della storia, tra cui il generale austriaco Giovanni Dembowski, suo proprietario dal 1821 al 1846, a Gaetano Negri, Senatore del Regno d’Italia e Sindaco di Milano dal 1884 al 1889. Attualmente proprietà della stessa famiglia Negri che con dedizione e amore la mette a disposizione per eventi, in particolare per la celebrazione di matrimoni civili. (Omniapress-14.09.2018)